Tonificazione

Dimafit-benessere-Fit BallPremessa fisiologica

Il tono muscolare è dato da il numero di micro contrazioni muscolari involontarie che i nostri muscoli eseguono nell’unità di tempo. La contrazione muscolare può essere rivolta sia ai muscoli deputati alla postura, chiamati anche tonici che ai muscoli che si occupano del movimento chiamati fasici.


Allenamento

Da quanto sopra si evince che la qualità delle contrazioni muscolari indirizzano l’effetto allenante sulla postura  o sui muscoli superficiali, per tonificare i quali è  necessario quindi compiere un allenamento che preveda movimenti ripetuti nel tempo, con sovraccarichi, pause e vettori di forza che rispettino la fisiologia e le caratteristiche uniche che ogni corpo possiede.

In Pratica

Cerchiamo di incrementare quel numero di contrazioni involontarie col risultato pratico di migliorare compattezza e consistenza e per rassodare quindi i distretti muscolari di superficie tipo cosce, glutei, addominali e pettorali. L’esercizio fisico con vibrazione e quello di forza sono i cardini di questo intervento.

Un esempio di allenamento tipo, da ripetersi per due o tre volte a settimana, potrebbe essere costituito da dieci minuti di allungamento, quindici di cardio (endurance), venti di esercizi isotonici (forza) e dieci di trainig vibratorio, base di partenza che, abbinata ad una corretta alimentazione e arricchita da volontà e costanza porterà a cosce, glutei, addominali e pettorali tonici e in forma.

Conclusione

A noi piace credere che tutto questo sia poi inserito in un contesto diverso, muscoli tonici per vedersi meglio ma anche interpretati in quel senso di corretta funzionalità metabolica e posturale, cardine di quel vivere meglio, che vuol dire correre, guidare l’auto, salire le scale, stare con i propri figli senza pensare al proprio corpo, cardine della nostra salute.